• utilities

Il sistema di governance

DeA Capital Real Estate SGR ha delineato un insieme di regole e strutture organizzative che consentono un corretto ed efficiente svolgimento delle attività di gestione della Società.

In questo senso DeA Capital Real Estate SGR ha adottato un modello di governo societario necessario a garantire le adeguate ripartizioni di responsabilità e poteri, nonché un’attività di gestione del risparmio sempre più orientata verso una massimizzazione dell’interesse del cliente.

Policy e procedure

DeA Capital Real Estate SGR si è dotata di policy e procedure operative per la corretta gestione delle eventuali situazioni di conflitti di interessi che prevedono, tra l’altro, il coinvolgimento nel processo decisionale di Amministratori Indipendenti e del Collegio Sindacale.

Comitato di Supervisione dei Rischi e dei Controlli

DeA Capital Real Estate SGR si è  altresì dotata di un Comitato di Supervisione dei Rischi e dei Controlli, istituito dal Consiglio di Amministrazione e di cui fanno parte Amministratori Indipendenti, che ha il compito di individuare i presidi per la gestione di eventuali situazioni di potenziale conflitto con l’interesse dei partecipanti ai fondi comuni di investimento gestiti dalla SGR nonché di sovrintendere all’attuazione degli indirizzi e delle politiche in materia di gestione dei rischi, controllo di conformità e revisione interna determinati dal Consiglio di Amministrazione.

Comitato Investimenti

A maggior tutela degli interessi degli investitori, DeA Capital Real Estate SGR ha inoltre istituito un Comitato Investimenti per i Fondi quotati Alpha, Beta, Delta, Atlantic 1 e Atlantic 2 Berenice con funzioni consultive su taluni atti gestionali.

Codice Etico E ORGANISMO DI VIGILANZA

La Società inoltre si è dotata di un Codice Etico, di un modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D.Lgs.231/2001 (recante la "Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica") e ha nominato un  Organismo di Vigilanza nominato dal Consiglio d'Amministrazione, composto da:

NOME E COGNOME POSIZIONE
Maurizio Bortolotto Presidente
Luca Voglino Componente
Davide Bossi Componente

A questo Organismo, dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo, è affidato il compito di vigilare sul funzionamento, sull'osservanza e sull'aggiornamento del Modello 231.

Codice etico

Parte generale – Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo